Oltre gli schermi touch: Nokia mostra il concept HumanForm


A.GRADULONE

Strategia oceano blu: è la capacità di superare i rivali con idee innovative che aprono frontiere invisibili fino a poco prima. Nokia ha appena mostrato il suo ultimo concept, HumanForm. Un breve video sul blog “Conversations” rivela un cellulare flessibile, capace di piegarsi al tatto. La superficie trasparente consente di vedere gli aggiornamenti dai social network che scorrono in verticale.

Ma a sorprendere sono le molteplici possibilità di interazione: è come una lavagna dove scrivere, lasciare segni o utilizzare un joystick soltanto con il tocco. L’intero cellulare abilita funzioni avanzate: per esempio, piegandolo viene attivato uno zoom delle immagini. Oppure, premendo un dito è possibile navigare all’interno del display. Nel filmato evidenzia la capacità di riconoscere anche gli stati d’animo degli utenti. La tecnologia diventa invisibile e incorporata nel prototipo.

HumanForm è un concept sviluppato dal Nokia research center che ha appena superato il traguardo di 25 anni. L’azienda finlandese guarda oltre l’hardware degli schermi touch e progetta i prossimi passi. Sperimenta. Ha un dna complesso: da cartiera è diventata una multinazionale delle telecomunicazioni capace di adattarsi a mercati locali differenti, anche nei paesi in via di sviluppo. E il suo centro di ricerca è un pilastro della sua espansione, con la capacità di unire ricerche sulle frontiere dell’antropologia, dei materiali, della usability e delle telecomunicazioni.