L’iPad 3 arriva a marzo? Per Apple 50 milioni di tavolette nel 2012


La tavoletta Apple di terza generazione sbarcherà sul mercato a marzo e porterà in dote un significativo “update” funzionale e di prestazioni rispetto alle attuali capacità esibite dall’iPad 2? Se così sarà c’è chi è pronto a scommettere – e nella fattispecie gli analisti della società di investimento Sterne Agee – che le vendite della società della Mela avranno un’ulteriore forte impennata nel corso del 2012. Il salto in avanti previsto sarebbe infatti di 16 milioni di unità, considerando un venduto complessivo per gli iPad di oltre 48

English: Apple iPad Event

Image via Wikipedia

milioni di pezzi contro i 32,4 milioni dell‘esercizio fiscale 2011 terminato lo scorso fine settembre. In attesa dei dati relativi agli ultimi tre mesi dell’anno passato (che verranno resi noti il 24 gennaio), la curiosità degli addetti ai lavori rimane quindi focalizzata sulle caratteristiche del nuovo tablet, che secondo molti segnerà un ulteriore solco tecnologico fra l’iPad e le tavolette Android rivali, a cominciare dal Kindle Fire di Amazon.

Ma quali sono le caratteristiche che darebbero al produttore di Cupertino un nuovo vantaggio competitivo? Le ultime indiscrezioni danno per probabile la presenza di un processore quad-core e del supporto delle reti 4G Lte (con tanto di doverosi aggiornamenti apportati in fatto di autonomia delle batterie) e di fatto per certa quella di uno schermo ad altissima risoluzione (Retina display) e dell’assistente vocale Siri, attributi già integrati nell’iPhone 4S.

Quanto ai possibili tempi di annuncio dell’iPad 3, si sta facendo sempre più insistente la voce secondo cui la presentazione ufficiale del prodotto potrebbe concretizzarsi già a inizio febbraio, mentre la commercializzazione sarebbe pianificata a partire da marzo. Indicazioni sulla carta precise ma, come scrivono i beni informati su blog e siti specializzati, molto dipenderà dai fornitori cinesi a cui Apple ha affidato da tempo la produzione dei suoi dispositivi e non di meno dalle logiche commerciali definite in quel di Cupertino per il lancio del nuovo tablet. (G.Rus)