Internet, l’Italia cresce del 6,9% quasi 13 milioni online al giorno


Internet, l'Italia cresce del 6,9% quasi 13 milioni online al giorno  (reuters)

ROMA Nonostante i problemi delle infrastrutture, nonostante la piaga del “digital divide” che vede un paese connesso a macchia di leopardo, i risultati della ricerca di base sulla diffusione dellonline in Italia pubblicati da Audiweb sono incoraggianti. Secondo i dati aggiornati a dicembre 2011, la diffusione complessiva cresce del 6,9% rispetto al 2010, con 35,8 milioni di italiani tra gli 11 e i 74 anni che dichiarano di accedere a internet da qualsiasi luogo e strumento.

Aumenta la possibilità di accedere a internet attraverso nuovi dispositivi come cellulari, smartphone, tablet: sono 9,7 milioni gli Italiani connessi via mobile, per un totale di +55,4% rispetto al 2010, con 949mila utenti da iPad e tavolette Android. Il totale dell’audience online nel 2011 raggiunge così un valore medio giornaliero di 12,7 milioni di utenti, il 9,9%  in piùrispetto alla media dell’anno scorso. Insieme ai dati contenuti in Audiweb Database, c’è anche l’aggiornamento del report trimestrale Audiweb Trends, realizzato in collaborazione con Doxa.

English: Dell Logo

Image via Wikipedia

I numeri. Secondo i dati di audience online a dicembre scorso, il 2011 ha registrato un valore medio di audience online di 26,4 milioni di utenti nel mese e 12,7 milioni nel giorno medio, con un incremento rispetto al 2010 rispettivamente del 10,7%  e del 9,9%.  Nel 2011, gli utenti hanno speso online 1 ora e 23 minuti nel giorno medio, consultando 164 pagine viste.
Per quanto riguarda i dati di audience dell’ultimo mese dell’anno, a dicembre 2011 l’audience online è rappresentata da 27,2 milioni di Italiani dai 2 anni in su, che hanno navigato almeno una volta attraverso un PC, l’8,3% in più rispetto all’anno precedente.  L’audience online nel giorno medio registra 12,7 milioni di utenti attivi, +5,5% rispetto a dicembre 2010, che hanno consultato 152 pagine trascorrendo in media 1 ora e 18 minuti al giorno per persona.

I trend. Audiweb Trends è l’aggiornamento trimestrale della Ricerca di Base. Dall‘ultimo report, emerge una crescita costante della diffusione dell’online in Italia. Infatti dai dati cumulati del 2011, risultano 13,5 milioni di famiglie con un accesso a internet da casa attraverso almeno uno dei device considerati dalla ricerca (pc di proprietà, pc aziendali, televisori), il 63,7% delle famiglie con almeno un componente fino a 74 anni, con una crescita del 7,8% rispetto al 2010.

Connettività.
La maggior parte delle famiglie che dichiarano di avere un accesso a internet da casa, dispone di un collegamento veloce via Adsl/fibra ottica (67,6% dei casi), con una crescita dell’11,5% rispetto al 2010. La banda larga porta internet nelle case di 9,130 milioni di famiglie italiane, con il 95,1% dei casi, corrispondente a 8,7 milioni di famiglie, che dispone di un abbonamento flat. Risulta rilevante anche l’accesso attraverso le chiavette internet, disponibili nel 25% dei casi e corrispondente a 3,4 milioni di famiglie italiane (+13,2%).
Estendendo i dati di diffusione dell’online agli individui, risultano 35,8 milioni gli Italiani che possono accedere alla Rete da almeno uno dei luoghi considerati (casa, ufficio, luogo di studio o altri luoghi in generale) attraverso PC o cellulare, il 74,5% della popolazione tra gli 11 e i 74 anni, con un incremento del 6,9% rispetto al 2010.

Accesso migliorato.
Rispetto al 2010, si riscontra una crescita costante di tutte le situazioni di accesso alla rete. Infatti, analizzando in dettaglio la disponibilità di accesso a internet dalle singole location esaminate, risulta in crescita dell’8% la disponibilità di accesso da casa attraverso computer, con 33,8 milioni di individui tra gli 11 e i 74 anni (il 70,3% dei casi), così come cresce del 21,3% l’accesso da luogo di studio disponibile per 3,5 milioni di individui (7,4% dei casi) e l’accesso da altri luoghi (internet point, biblioteche, ecc.) che cresce del 41%, con 2,6 milioni di individui (5,5% dei casi), mentre si mantiene stabile, +1%, l’accesso da luogo di lavoro/ufficio, disponibile per 9 milioni di italiani occupati (il 40,3% degli italiani occupati).
La disponibilità di accesso da cellulare cresce del 55,4%, con 9,7 milioni di persone che dichiarano di accedere a internet da cellulare, il 20,2% dei casi.

Tablet.
Per la prima volta, nel 2011, la Ricerca di base Audiweb – Doxa ha rilevato anche il dato di diffusione dei tablet collegati a internet, registrando 949 mila individui che dichiarano di poter accedere alla rete attraverso questi nuovi device portatili.