Viacom contro Youtube, ultimo round


Español: Logo Vectorial de YouTube

Español: Logo Vectorial de YouTube (Photo credit: Wikipedia)

8 Aprile 2012

Viacom contro Youtube

Ultimo round

Viacom aveva fatto appello nel 2010 alla sentenza di vittoria completa di Youtube e allora si parlò, sui media, di ricorso praticamente inutile. Ma ciò che accade in questi giorni ha ribaltato la mentalità comune su questo. La Corte d’Appello di New York ha infatti riaperto il caso, facendo leva sul legittimo dubbio relativamente all’operato di Google nei confronti di Viacom. Ricordiamo che la piattaforma di video sharing era accusata di diffondere illegalmente contenuti digitali del gruppo Viacom (proprietario di Paramount e Mtv). L’orientamento della Corte, dunque, potrebbe essere quello di rovesciare la sentenza, creando non pochi problemi a Google che sarebbe così costretta a pagare danni incalcolabili. Ma a quanto si apprende pare sia stato già stretto un accordo fra la stessa Google e la Paramount, che prevede 9.000 titoli disponibili su Youtube e Google Play, utilizzabili a 4 dollari per 24 ore. Guerra di contenuti e di copyright, dunque, che sul web ormai è abitudine per le grandi piattaforme, sempre alle prese con diritti d’autore, ma anche con la volontà di contrastare o stimolare la nascita di grandi gruppi di potere nella rete.