Costa 207 dollari un iPhone 5 assemblato in fabbrica


iphone 5 mockups

iphone 5 mockups (Photo credit: methodshop.com)

Costano 207 dollari i componenti, gli elementi hardware e la manodopera per assemblare un iPhone 5 da 16 Gigabyte: è la stima della società d’analisi di mercato Ihs iSupply. Che esplora i dettagli con una lente d’ingrandimento. E apre una finestra su un universo che spesso resta invisibile per gli utenti. Il prezzo finale negli Stati Uniti dell’iPhone 5 da 16 Gigabyte, senza aver sottoscritto abbonamenti biennali con operatori telefonici, sarà sugli scaffali di 649 dollari.

Il più costoso a 44 dollari è il display con tecnologia in-cell che riduce lo spessore complessivo dello schermo touch capacitivo. Segue la voce “wireless” con 34 dollari: la scelta di Apple è stata di supportare gran parte delle attuali frequenze adoperate nel mondo per la telefonia mobile di quarta generazione Lte. Ha, invece, un costo di 17,5 dollari il chip A6: secondo le ultime indiscrezioni, il soc sarebbe stato progettato da Apple su licenza di Arm. In iPhone 5, inoltre, è incorporato anche un frammento di genio italiano.

Si tratta dei mems, i sistemi micro-elettro-meccanici sviluppati a Castelletto da un gruppo di ricercatori della Stmicroelectronics. È una categoria che comprende gli accelerometri e i giroscopi attivati, ad esempio, durante l’uso di videogiochi.

La manodopera per iPhone 5, valuta la società d’analisi, ha un costo di 8 dollari: componenti ed elementi hardware arrivano, insieme, a 199 dollari. Sono escluse dalle stime, avverte Ihs iSupply, spese come il software, le royalties e le licenze.