iPhone 5: ecco quanto guadagna Apple su ogni dispositivo venduto


Secondo le stime, la Bill of Materials dell’iPhone 5 è di 199 dollari per la versione da 16Gb, di 209 dollari per quella da 32Gb e di 230 dollari per la versione da 64Gb. Costi ai quali si aggiungono 8 dollari per l’assemblaggio.

Nei negozi, il nuovo iPhone 5 costerà 679 euro nella versione 16Gb e 899 euro quella da 64Gb. Ma quanto costa a Apple produrlo?

Apple Inc.

Apple Inc. (Photo credit: marcopako )

Molto di meno, stando ai dati di IHS che, come per ogni nuovo dispositivo Apple, ha sbirciato nella Bill of materials(BOM), la ‘distinta dei materiali’ che indica il costo dei componenti inclusi nel dispositivo.

 

Secondo le stime, la Bill of Materials dell’iPhone 5 è di 199 dollari per la versione da 16Gb, di 209 dollari per quella da 32Gb e di 230 dollari per la versione da 64Gb. Costi ai quali si aggiungono 8 dollari per l’assemblaggio.

 

English: A ridiculous line of people waiting f...

English: A ridiculous line of people waiting for the iPhone 3G outside of the Apple Store on 5th Ave. between 58th St. and 59th St., NYC, July 12, 2008. I was not in the line. pictured: the Apple Store entrance (Photo credit: Wikipedia)

Lo scorso anno, in occasione del lancio dell’iPhone 4S, IHS aveva valutato il costo dei componenti della versione da 16Gb in 188 dollari. Il conto è stato dunque un po’ più salato quest’anno, per via dello schermo più grande (44 dollari contro i 37 per quello della versione precedente), delprocessore più potente (17,50 dollari per l’A6 contro i 15 per l’A5) e del circuito integrato  più efficiente (34 dollari contro i 24 per l’iPhone 4S).

Fortunatamente per Apple, spiega IHS, i prezzi di altri componenti sono scesi sensibilmente (lamemoria Nand costa 10,40 dollari contro i 19,2 di un anno fa.

 

La valutazione basata sulle specifiche annunciate da Apple resta, comunque, teorica, precisa IHS, visto che non tiene conto delle spese legate alla ricerca e sviluppo (R&S) del dispositivo, al marketing e alle altre voci legate alla progettazione e alla promozione del prodotto. Il sunto della BOM sarà perfezionato quando si potranno esaminare tutte le voci che compongono la distinta.

Riguardo invece l’iPad, è stata iSuppli a fare i conti in tasca alla società: produrre il dispositivo a Apple costa circa 375 dollari, dei quali 364 dollari solo di materiali, a cui si aggiungono costi di produzione per 10,75 dollari. Il costo dei materiali, stima iSuppli, è pari quindi alla metà del prezzo al dettaglio del modello 4G da 32GB.

 

Per la versione 4G da 16GB il solo costo dei materiali è di 347 dollari e di 397 dollari per quella da 64GB. Per quest’ultima, calcolando anche i costi di produzione, la fattura totale arriva a 408 dollari. Al pubblico è venduto quasi al doppio. La versione da 16GB senza connettività 4G a Apple costa 316 dollari.

 

Apple, dal canto suo, ha sempre criticato questi studi in passato: “Non date troppo credito a studi prodotti da terzi e che non tengono mai conto di molte delle voci che compongono i costi reali dei nostri dispositivi”, ha affermato il CFO Peter Oppenheimer.

 

Quali che siano i margini di guadagno della società, non sembra che i consumatori se ne curino più di tanto, vista l’accoglienza calorosa riservata al nuovo dispositivo, che ha toccato la soglia dei 2 milioni di preordini in 24 ore.