Facebook, in arrivo il pulsante “lo voglio”


E, dopo il «mi piace», arrivò il «lo voglio». Confermando le indiscrezioni apparse qualche mese fa su alcuni blog di settore, Facebook ha annunciato in via ufficiale l’introduzione di un pulsante «want» che consentirà agli utenti di creare delle «liste dei desideri» sul modello di quanto già propone Amazon.

È una specie di prova generale dell’acquisto: vi piace un gadget, una borsa, un vestito? Cliccate sulla nuova icona, in cui al posto del pollice alzato figura il simbolo di una stellina, e comunicherete questo desiderio ai vostri amici: l’azione apparirà nel vostro flusso di aggiornamenti e verrete aggiornati di tutte le novità relative a quel prodotto. Vi verrà anche chiesto “perché lo vuoi?”, e potrete aggiungere una motivazione da condividere online.

 

Per ora si tratta solo di un esperimento, un test portato avanti con la collaborazione di sette grandi marchi, molti dei quali famosi soprattutto negli Usa, che hanno scelto di inserire il pulsante nelle loro pagine sul social network: Pottery Barn, Wayfair, Victoria’s Secret, Michael Kors, Neiman Marcus, Smith Optics, e Fab.com. Dietro c’è probabilmente la voglia di rafforzare l’aspetto commerciale della rete sociale e placare le aspettative degli investitori che, dopo la quotazione in Borsa di Facebook, esigono una politica più aggressiva, che trasformi il miliardo di iscritti in ricavi sempre maggiori.

 

Le azioni della società, dopo un crollo continuo dal momento dell’entrata nel listino, avevano ripreso nelle ultime settimane un po’ di terreno; la ripresa sembra però essersi fermata e al momento galleggiano attorno ai 20 dollari l’una. Il pulsante «lo voglio» fa parte di un redesign più ampio, che comprende anche un altra nuova funzione, «collect», che come dice il nome dà, a chi ne fa uso, la possibilità di creare collezioni di oggetti, delle bacheche visuali simili a quelle del social network rivale Pinterest.

 

Una volta cliccato sul nuovo tasto «collect» appare una finestrella in cui viene chiesto in qualche collezione si desidera inserire l’oggetto: accanto ad alcune categorie predefinite («fashion», «per la casa», «lista dei desideri») se ne possono creare delle altre ad hoc. Ma l’aspetto veramente interessante, un passo più in là di quanto proposto da Pinterest è il fatto che, una volta che l’oggetto è stato aggiunto ad una collezione, accanto ad esso apparirà un’altro pulsante, «buy», con un collegamento alla pagina dove acquistare il prodotto. Per il momento Facebook non chiederà ai commercianti alcuna commissione sulle vendite, ma le cose in futuro potrebbero cambiare e il tasto «buy»trasformarsi in una nuova fonte di introiti.