Apple assembla Mac negli USA?


In seguito alla dissezione del nuovo iMac da 21,5″ operato da iFixit, è emerso un altro interessante particolare: una porzione delle unità consegnate in queste ore agli utenti recherebbe sul retro la scritta “Assembled in USA.” Alcuni di quei computer, insomma, sonostati assemblati da qualche parte in America; dove e in che quantità, tuttavia, non è dato sapere.imac-2012-vendita1

Non saranno diffusissimi ma neppure una totale rarità. Diversi utenti hanno segnalato la cosasui forum Apple, sia per quanto concerne i modelli da 21,5″ che per i 27″; una stranezza che ha portato molti a ritenere che si trattasse di computer “ricondizionati negli USA,” anche se in realtà non è questo il caso. Gli iMac a stelle e strisce sono in tutto e per tutto identici a quelli prodotti in Cina, e assolutamente nuovi.

Qualcuno è andato a indagare tra i riferimenti di legge per capire se vi fossero delle scappatoie legali che consentissero a Cupertino di pubblicizzare come “Assembled in USA” un gingillo per lo più cinese. Ma a riguardo lo US Federal Trade Commission è molto chiaro: per fregiarsi del titolo non basta stringere qualche vite nella Terra dei liberi; occorre quanto meno che una “sostanziale trasformazione” sia avvenuta in territorio USA.

Continua a leggere: Apple assembla Mac negli USA?