Steinberg lancia Cubasis per iPad


Steinberg, creatore dello standard di plugin musicali VST e celebre produttore di workstation audio digitali, ha annunciato il rilascio di Cubasis per iPad. Si tratta di un’app decisamente più complessa di GarageBand, che farà la gioia di musicisti e addetti ai lavori.

Cubasis_ipad-586x460

Caratterizzato da una polifonia a 48 o 64 voci (a seconda che abbiate rispettivamente un iPad 2/iPad mini, oppure un iPad dalla terza generazione in poi), Cubasis per iOS è un sequencer multi-touch creato dalle fondamenta per l’uso su iPad. La carta che si sono giocati quelli di Steinberg consiste soprattutto nella velocità di esecuzione di determinate operazioni rispetto alla controparte Desktop, e nella quantità di feature previste per lacreazione e il mixaggio della musica. L’app è in grado di registrare le tracce in qualità CD, comporre col Key Editor e i Campioni Audio (Sample Editor), per poi passare alla post-produzione con gli effetti inclusi.

Le caratteristiche includono:

  • Tracce Audio e MIDI illimitate
  • Oltre 70 suoni di strumenti virtuali basati su Halion Sonic
  • Più di dieci effetti per gestire il processo di Mixaggio
  • Più di 300 loop MIDI e audio
  • Tastiera e Drum Pad virtuali
  • Key Editor e Sample Editor
  • Possibilità di esportare i progetti in Cubase, Dropbox, SoundCloud, Copia Audio e per email
  • Core Audio e Core MIDI compatibili con gli Hardware supportati
  • Importazione Audio da: Libreria iTunes, AudioPaste, server Wi-Fi e condivisione file attraverso iTunes
  • Mixdown Audio ed esportazione MIDI

Inoltre i professionisti apprezzeranno sicuramente la possibilità di esportare i progetti creati su iPad su Cubase 6.5 e Cubase 7, Cubase Artist 6.5 e 7, nonché Cubase LE AI Elements 6 e superiori. Le estensioni per importare i progetti potete reperirle a questa pagina del sito Steinberg. Cubasis per iPad, invece, è disponibile su App Store a 44,99€; un prezzo non proprio popolare, ma giustificato dalla qualità del software e del brand che l’ha sviluppato. Qui di seguito, la gallery con qualche screenshot.