Google Maps, 10 consigli per utilizzarlo al meglio


Google Maps è finalmente approdata su App Store, e da allora è stato oggettivamente untripudio di download e di critiche, tanto da spingere inizialmente a ritenere che l’impennata di aggiornamenti ad iOS 6 fosse dipeso in qualche modo da questa novità. Ecco perché, forte di questo successo, da Mountain View hanno varato una risorsa online con 10 suggerimenti per trarre il massimo dal servizio; e qualcuno è molto meno scontato del previsto.

App_mapsios6iphone5_610x426

La pagina creata per l’occasione, sfortunatamente non ancora localizzata nella nostra lingua, è ricca di consigli per l’uso, e animazioni che rendono più immediata la lettura. Eccoli tutti nel dettaglio:

  • Posizionare un segnalino sulla mappa:
    Come nella vecchia app, basta premere in un punto qualunque per un secondo circa, e il pin comparirà automaticamente.
  • Street View:
    Fateci caso. Quando generate un segnalino sulla mappa (vedi punto precedente), in basso compare una barra con tutte le informazioni del caso. Per poter accedere a Street View, dovete trascinarla verso l’alto. Poi, ci si muove con le frecce di posizione incastonate nella mappa stessa.
  • Scuotere l’iPhone per inviare feedback:
    Per inviare un suggerimento a Google che serva a migliorare la cartografia (tipo una strada bloccata o un’attività inesistente), è sufficiente scuotere l’iPhone e scrivere due righe. Più semplice di così.
  • Scorrere per informazioni aggiuntive:
    Quando si esegue delle ricerche all’interno dell’app o si ottiene delle indicazioni turn by turn, si può sempre scorrere verso destra la barra delle informazioni in basso per visualizzare risultati alternativi.
Satellite, traffico e trasporti pubblici:
  • Per modificare le modalità di visualizzazione, basta fare tap sui tre pallini a destra dello schermo; in alternativa, lo stesso scopo si ottiene trascinando due dita da destra verso sinistra.
  • Anteprima del tragitto durante la navigazione:
    Una volta avviata la modalità di navigazione, è possibile dare un’occhiata ai passaggi successivi semplicemente scorrendo da destra verso sinistra le indicazioni poste in alto. Un tap su “Riprendi” riporta tutto alla normalità; un tap sulla barra in basso, invece, consente di passare dal tempo stimato di arrivo ai chilometri restanti.
  • Zoom ad un dito:
    Come su qualunque altra app iOS, un doppio tap su un punto esegue uno zoom automatico; se eseguite un doppio tap, e al secondo non staccate il dito dallo schermo, basterà poi un movimento verso l’alto o verso il basso per zoomare secondo necessità.
  • Casa e lavoro:
    Per praticità, è possibile salvare gli indirizzi di casa e lavoro all’interno del Profilo Personale (pulsante vicino al box di ricerca). Questi POI saranno infine disponibili su tutti i dispositivi Android ed iOS configurati col medesimo account.
  • Modalità Bussola:
    Per orientare la mappa in base all’orientamento nel mondo reale, basta eseguire un doppio tap sul pulsante della “Mia posizione” posizionato in basso a sinistra dello schermo.
  • Salva un luogo:
    Tutti i luoghi salvati in locale vengono legali al proprio account, una volta eseguito il login col pulsante “Profilo Personale.”