Più di 30.000 iscritti al campionato nazionale di Ruzzle


In palio un MacBook Pro, due buoni spesa e vari premi settimanali.

Sono già quasi 35.000 gli iscritti aRuzzoliamo, il campionato nazionale di Ruzzle, che prenderà il via tra pochi giorni.

Ruzzle, per chi non lo conoscesse, è l’ultima incarnazione delParoliere; va da sé, si tratta di una incarnazione elettronica – si gioca susmartphone e tablet – e sociale, dato che permette di sfidare altre persone.

Ruzzle-fenomeno-sociale-Mag

Il regolamento è semplice: una volta che ci si è iscritti – c’è tempo fino a dopodomani – si entra a far parte del campionato, il cui avvio ufficiale è fissato per l’11 marzo.

Quel giorno inizieranno le sfide uno contro uno. Ogni partecipante avrà a disposizione otto «vite», che diminuiranno di una a ogni sfida persa; in caso di vittoria, invece, il giocatore salirà di un livello.

Ci si può confrontare con un avversario scelto in maniera casuale, con un amico di Facebook o con uno proveniente da una lista decisa dal giocatore stesso. Per ogni partita si giocano tre round da due minuti ciascuno; il punteggio di ogni round si somma a quello del successivo per costituire il punteggio totale.

Il campionato avrà termine il 7 aprile: chi avrà raggiunto il livello più alto a quel punto si aggiudicherà il MacBook Pro messo in palio; al secondo classificato andrà un buono da 500 euro per l’acquisto di prodotti tecnologici; al terzo andrà un buono da 300 euro.

Vi sono inoltre diversi premi settimanali che vengono assegnati in base alle classifiche parziali stilate ogni sette giorni.

Nessuno pensi di poter partecipare e vincere imbrogliando: il sito afferma chiaramente «Zero tolleranza verso i cheaters», che saranno individuati tramite sistemi automatici, ma non mancherà nemmeno la supervisione umana per assicurarsi che la competizione si svolga nel modo più onesto possibile.